Come usare Distrokid: distribuire la musica online

Distribuire la propria musica attraverso le piattaforme digitali oggi giorno è un must. Fino a qualche tempo fa per le piccole band fare ciò era economicamente difficile senza uno studio di produzione alle spalle, dato l’alto elevato prezzo dei servizi di distribuzione.

Distrokid è stato lanciato nel 2013 con la missione di aiutare le piccole realtà a distribuire i loro brani ad un prezzo affordabile e in modo più semplice possibile, senza andare a prendere parte sulle royalties, lasciando i guadagni all 100% ai musicisti.

Nel caso non siate pratici, oggi vi spiegherò come prepararvi al meglio per fornire i vostri contenuti sulle piattaforme quali Spotify, Apple Music e iTunes nel modo più semplice ed efficiente possibile.

Fotografia In Scala Di Grigi Di Microfono A Condensatore

Partiamo da cosa è necessario, dobbiamo preparare i nostri file ed essere sicuri rispettino gli standard richiesti:

– Il file audio deve essere in formato .wav di alta qualità
(48.000KHz minimo consigliato, ma anche una registrazione a 44.100KHz è accettata). Sarebbe anche possibile usare file .mp3 nel caso non abbiate altro a disposizione, ma è qualcosa che vi sconsiglio dal mio punto di vista.


– Copertina ad alta risoluzione, assolutamente necessaria
per evitare sgranature dovute a ridimensionamento e soprattutto
che venga rifiutata dagli store. Non usate un file di piccole
dimensione e ingranditelo per raggiungere la risoluzione necessaria
onde evitare i problemi sopra citati.

Ok, adesso vediamo come utilizzare l’interfaccia di Distrokid:

La prima cosa che viene richiesta è di selezionare su quali piattaforme deve essere distribuito, qua ovviamente la scelta sta a voi. Proseguiamo selezionando il numero di canzoni da caricare, selezionate 1 per un singolo.

Nel caso in cui il brano che volete pubblicare è una cover, sarà necessario pagare a Distrokid una quota di 10$/Anno, in modo da ottenere una licenza per pubblicare il brano sulle varie piattaforme di distribuzione. Importante ricordare che il brano non può essere caricato sugli store nel caso contenga sample dalle tracce originali (ad esempio se usate la traccia di batteria della canzone originale, il brano non potrà essere caricato), o se si tratta di un remix.

Distrokid integra una funzionalità di check delle pagine artista sugli store, in modo da evitare duplicazioni o distribuzione sulla pagina sbagliata.

Se state programmando il lancio di un brano o album, vi è la possibilità di impostare la data di pubblicazione e di effettuare pre-ordini.

Distrokid vi permette di impostare una casa discografica nel caso siate affiliati ad una, altrimenti imposterà un nome generato automaticamente.

Immagine gratuita di acquisto, album, arte

Per la copertina ci sono alcune regole precise da seguire, oltre quelle sopra citate, ad esempio è vietato includere link e social network (icone comprese), etichette di prezzi o copertina doppione (già usata per altre pubblicazioni). Questi parametri sono obbligatori da rispettare per evitare che la copertina venga rifiutata.

Per caricate il file del vostro brano, il file può essere in formato WAV, WMA, M4A, FLAC, MP3, o CDDA. Come suggerito prima, consiglio un formato lossless come il wav.


Una volta terminato il caricamento, nella schermata My Music ritroveremo l’elenco degli album e brani che abbiamo caricato. Cliccando su essi è possibile vedere lo stato del brano e se la copertina è stata accettata dagli store.

Immagine gratuita di ascoltare musica, blue jeans, canzone

I tempi di caricamento varia da piattaforma a piattaforma, per Spotify possono occorrere 2/3 giorni, per iTunes una settimana ad esempio. Distrokid vi invierà un email informandovi
di quando i vostri brani saranno disponibili.

Tramite la sezione Bank, è possibile vedere i guadagni di stream e vendite dei vostri brani. Generalmente i report sono mensili, ma spesso capita che gli store siano lenti e quindi è richiesto più tempo per vedere tutti i guadagni effettivi dagli store.


Per prelevare i guadagni da Distrokid sarà necessario usare un account Paypal, il quale potrebbe prevedere o meno delle commissioni.

Se volete dividere i guadagni insieme a un’artista con cui avete collaborato, Distrokid offre un servizio di splitting dei guadagni automatico. Nella sezione Teams è possibile aggiungere i membri che devono ricevere una quota, semplicemente aggiungendo la loro email e la percentuale, se sono iscritti a Distrokid, il processo sarà completamente gratuito, mentre se non sono iscritti riceveranno un email con il 50% di sconto per l’iscrizione al sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *